Comune di Vizzini

Cenni storici


Vizzini è un Comune della Sicilia di 6.241 abitanti, appartenente alla provincia di Catania, è situato tra i monti Iblei a circa 800 metri sul livello del mare dove è possibile ammirare il vulcano Monte Lauro oggi inattivo, da cui nasce il famoso fiume Dirillo. Il nome Vizzini ebbe diversi cambiamenti, in primis conosciuto come Bidi dal Greco Be-dis, con gli Arabi il nome subì un altro cambiamento in quanto le lettere D e Z  in arabo sono scritte con lo stesso simbolo separato da un punto, quindi da Bidini divenne Bizini, poi Vizini e infine Vizzini con due zeta.

Anche Vizzini come altri paesi subì brutte conseguenze del territorio, ma nonostante questo riuscì a risollevarsi nuovamente. Nel 1808 divenne città senatoriale qui il ricordo della lapide che si trova all’ingresso del municipio con scritto “Senatus Populusque Bidinesis”. Nel 1848 Vizzini sventolò il tricolore, nel 1860 molti cittadini seguirono Giuseppe Garibaldi facendo parte delle camicie rosse. Con la guerra mondiale l’Italia subì un’onda migratoria che portò anche Vizzini ad una riduzione drastica degli abitanti. Nel clima particolare del liberalismo siciliano ricordiamo un esponente importante che caratterizzò in maniera positiva il paese e fu lo scrittore Giovanni Verga, nacque a Vizzini nel 1840 da una famiglia benestante; il padre volendo il meglio per il figlio cercò di portarlo nella città di Catania per far emergere la sua bravura da scrittore, ma Verga affacciandosi dal balcone sovrastante la piazzetta di S. Teresa immaginò alcune sue novelle tra cui Cavalleria Rusticana.

Attrattiva principale


Chiesa Madre e San Gregorio Magno

La chiesa rappresenta il culto della città, come patrono avevano San Pancrazio, ma quando i cittadini seppero che il Papa San Gregorio Magno era nato a Vizzini elessero una commissione che andò a Roma per chiedere alla Santa sede la grazia di portare a Vizzini i resti mortali del Pontefice e di nominarlo nuovo Patrono del paese. Purtroppo con il terremoto del 1693 si possono notare i diversi elementi strutturali, la facciata è composta da un portale d’ingresso in stile gotico, all’interno la struttura è in stile barocco con pianta rettangolare divisa in tre navate da grandi pilastri di forma ottagonale; lungo la navata di sinistra si possono ammirare due affreschi: uno del Martirio di San Lorenzo e l’altro di San Gregorio Magno, invece nella parte terminale della navata di destra si può ammirare il dipinto dell’Immacolata e un crocifisso di legno del 1600. Sull’altare maggiore troviamo la statua di San Gregorio Magno, sulla parte maggiore abbiamo il dipinto dell’ultima cena.

Da visitare 


Basilica San Giovanni batista

E’ la chiesa più grande di Vizzini, ha una struttura a croce latina e tre navate di tipo rinascimentale, possiede un importante organo dell’età rococò e  un quadro del 1610 del pittore Paladino. La facciata è in stile romano, abbellita da colonne e diverse statue.

Chiesa parrocchiale San Sebastiano

La chiesa presenta una sola navata, al suo interno troviamo un altare e un enorme affresco sulla Madonna del Rosario mentre sul soffitto vi è raffigurato il padre eterno con i 15 misteri del Rosario. Inoltre, è presente una statua di dimensioni discrete di San Sebastiano.

Municipio

Piazza Umberto è il punto di riferimento della città nominata così per l’importante palazzo in stile neoclassico a tre ordini: corinzio, composto e attico; la parte centrale è affiancata da due  colonne per lato e un orologio in alto.

La Conceria “ A Cunziria”

Situata nella C.da Masara, in antichità costruita da un insieme di casetta attaccate fra loro, si praticava l’attività artigianale la “Concia delle pelli”; si selezionava sia quelle di prima scelta che non avevano difetti e sia quelle di seconda scelta che avevano troppe intaccature. Le prime si usavano per fare i finimenti per i cavalli o le tomaie delle scarpe, con le seconde di facevano le tramezze o le suole. Oggi è un bellissimo borgo di grotte e colline di cui se ne innamorò anche il Verga, dove ambientò il duello tra Alfio e Turiddu nel suo romanzo la “Cavalleria Rusticana”.

Necropoli

Si trova in C.da Alia, si possono ammirare affreschi di epoca bizantina, decorazioni e pitture sui muri del periodo paleocristiano.

Chiesa San Michele Arcangelo

La caratteristica di questa chiesa è il prospetto a est con il campanile, un rosone e una finestra neogotica; all’interno possiamo trovare un grandissimo quadro della Madonna del Rosario del 1503. Purtroppo ancora oggi la chiesa è inagibile a causa di un fulmine che nel 1950 colpì il campanile e distrusse il tetto.

Chiesa della Madonna del pericolo

Si tratta di una piccola chiesa, al suo interno, nella parte sinistra si trova una grotta con un altare e un dipinto della Madonna che porta in braccio Gesù. Si narra la vicenda  di una donna che fu accusata dal marito di adulterio e venne ferita con un pugnale, e anziché recarsi dal medico la donna andò in questa grotta per chiedere di essere miracolata. Oggi porta questo nome in quanto è diventato un luogo di pellegrinaggio dove la Madonna è venerata per aver donato numerosi miracoli.

Chiesa San Vito

E’ una delle chiese più antiche, sede della confraternita dello Spirito Santo, si trova vicino la chiesa Madre; ha una struttura a tre navate e un altare del XVI secolo. Molto interessante è la cupola del campanile con disegni chiari in stile Moresco; all’interno troviamo una cappella e un altare dedicati a San Vito che guarì molte persone dall’idrofobia, vi è anche la statua della Madonna dell’Itria, quella del Sacro Cuore e un Crocifisso in legno del 1630.

Piazzetta Santa Teresa

Questo posto è noto per il bacio di sfida scambiato tra Alfio e Turiddu e la famosa maledizione che Santuzza fece a Turiddu nel romanzo di Verga “Cavalleria Rusticana”.

Quartiere di Jeli il pastore

Attraversando la via Lombarda di fronte la chiesa di San Antonio troviamo questo quartiere, che prende il nome del personaggio nel romanzo di Verga “il mondo dei vinti”; da qui si può ammirare un bellissimo panorama.

Scala Lucio Marineo

Si trova in Piazza Umberto, è formata da gradoni di pietra basaltica locale smaltata e decorati a mano.

Tipicità


Fra le tipicità del comune vi sono i Biscotti Giulebbati: si tratta di biscotti preparati con una pasta consistente con incisi due segni sopra e ricoperti di glassa allo zucchero.

Appuntamenti


MARZO – APRILE

“Cugnunta” Congiunta

E’ l’incontro tra Gesù risorto e Maria la Domenica di Pasqua; alle 12 si recano tutti in piazza Umberto I dove vi è il simulacro dall’Angelo San Giovanni che informa la Madonna avvolta da un manto nero, in segno di lutto, che suo figlio è risorto; quest’ultima per le prime due volte non ci crede mentre la terza volta Gesù le si rivela, e per gioia china il capo lasciando cadere il manto nero.

Sagra della ricotta

Ogni 25 Aprile a Vizzini si organizza la sagra della ricotta e dei formaggi, un evento ricco di prodotti tipici da mangiare accompagnato da iniziative culturali, sfilate di costumi siciliani e bande musicali.

San Giuseppe

La festa di San Giuseppe si svolge il 29 Aprile. La storia narra di una grave siccità che stava rovinando il paese, furono fatte varie processioni, ma il giorno in cui la statua di San Giuseppe si recò alla chiesa di San Giovanni Battista arrivò un’abbondante pioggia. La festa si evolve portando il santo per le vie del paese, il pomeriggio si svolge l’asta dei doni offerti dal Santo e in conclusione i fuochi pirotecnici.

AGOSTO

San Giovanni Battista

La festa in questione si divide in tre giorni: il 27 agosto, dopo aver celebrato la messa viene sistemato il fercolo nella navata centrale ricoperto da un drappo, dove nel momento in cui viene tolto da inizio alle feste; giorno 28 si elaborano concerti musicali e il 29 si svolge la vendita dei doni all’asta offerti dal Santo e infine, la sera dopo la messa e la processione avviene lo spettacolo pirotecnico.

SETTEMBRE

San Gregorio Magno

Dal 2005 ogni 3 Settembre viene festeggiato il Patrono di Vizzini San Gregorio Magno. Dopo la santa messa viene effettua la processione per le vie del paese, al termine della quale si svolge uno spettacolo pirotecnico che conclude i festeggiamenti.

Rappresentazioni Verghiane

A Settembre a Vizzini vengono organizzate delle rappresentazioni teatrali in onore dello scrittore Giovanni Verga e dei suoi romanzi.

Vedi le Pro Loco di Catania

 

visitato 1144 volte, 1 visite oggi

Aggiungi un Commento

Inserisci una valutazione cliccando sulle stelle in basso:

Articoli correlati