Area archeologica a Castelvetrano – Parco di Selinunte

Selinunte è un’antica città greca che si trova nell parte sud-occidentale della Sicilia, oggi rappresenta l’area archeologica a Castelvetrano più grande d’Europa.
L’area è costituita da varii templi e costruzioni secondarie di cui rimane ben poco a causa dei sismo avvenuti in epoca medievale malgrado ciò grazie agli interventi di restauro si sono ricostruire il Tempio E o di Hera, un tempio greco di ordine dorico che fu costruito nel VI secolo a.C. sulle fondamenta di edifici più antichi, e il colonnato laterale del Tempio C, anch’esso è un tempio greco di ordine dorico realizzato nel VI secolo a.C..
Le sculture ritrovate negli scavi dell’area archeologica a Castelvetrano si trovano soprattutto nel Museo Nazionale Archeologico di Palermo tranne l’opera più famosa, l’Efebo di Selinunte una pregevole statuetta bronze risalente al V sec. a.C., che oggi è esposta al Museo Comunale di Castelvetrano.
Complessivamente il parco racchiuse otto templi all’interno di quest’area molto grande si possono distinguere quattro zone diverse:

L’Acropoli che si trova a sud del parco circonda da mura possenti e finisce a strapiombo sul mare, in questa zona si trovano cinque templi tra questi il grande e famoso Tempio C dedicato ad Apollo.

La Collina di Manuzza posta a nord del parco ed è una delle zone più fertili in cui si sviluppa l’abitato vero e proprio.

La Collina Orinetale in cui si trovano i templi E, F e G tra questi il più importante è proprio l’ultimo poichè si pensa sia dedicato a Zeus, esso era lungo più di 110 metri e largo più di 50 ed era uno dei templi più imponenti di tutto il mondo allora conosciuto.

Il Santuario della Dea Malophòros si trova a ovest dell’area archeologica a Castelvetrano, la dea era portatrice di melograno, una delle tante espressioni locali della madre terra.

 

 

visitato 3038 volte, 1 visite oggi

Aggiungi un Commento

Inserisci una valutazione cliccando sulle stelle in basso:

Articoli correlati