Castello a Trabia – Lanza Branciforte

Un bellissimo castello in Sicilia si trova a Trabia e fu edificato per conto dei Pincipi Lanza, esso nasce da una roccaforte araba e fu ristrutturato nel suo assetto generale durante il periodo di dominazione normanna in Sicilia. Risale proprio a questi anni la struttura che vede nel muro perimetrale di forma quadrata e nel Mastio centrale i principali elementi che caratterizzavano le fortezze normanne. Quest’ultimo venne adibito a prigione nel XVII secolo. A partire dal XV secolo, grazie al matrimonio tra Aloisia Di Bartolomeo, erede delle terre di “Tarbia”, con Blasco Lanza,  la fortezza trova la sua destinazione a dimora della famiglia nobiliare. Il Castello di Trabia visse il suo massimo splendore con Ottavio Lanza II a partire dal 1633, anno di fondazione del feudo di Trabia. Antiche testimonianze raccontano che il Castello fosse, a quell’epoca, una vera e propria oasi, tra le sue imponenti rocce sgorgava una fonte d’acqua limpida. Nella struttura del Castello si possono notare tre Torri appartenenti ad epoche differenti: l’antico Mastio, la torre circolare a ridosso sul mare che ricopriva una probabile funzione di difesa, la torre campanaria e una quarta torre angolare distrutta in seguito alla costruzione della rete ferroviaria nel territorio locale.

All’interno di esso ancora oggi si possono ammirare due splendidi portali in stile gotico-catalano oggi deteriorati a causa della salsedine alla quale sono perennemente esposti; un terzo portale in marmo di probabile scuola gaginiana risale al XVI secolo e rappresentava l’ingresso della Cappella di Santa Petronilla edificata all’interno del Castello nel 1571. Molti manufatti all’interno del Castello provengono da altri manieri siciliani (Petraperzia e Mussomeli) appartenenti a nobili famiglie imparentati ai Lanza di Trabia.

In epoca recente sono stati rinvenuti i resti di un’antica macina a pietra utilizzata per la molitura del grano.

Oggi del Castello non più appartenente alla famiglia Lanza, rimangono le splendide terrazze da cui è visibile il Golfo di Termini Imerese e le mura di recinzione con le corone di torri che avevano una funzione di ornamento e di difesa. Nei pressi dell’ingresso principale è possibile notare i resti dell’antico ponte levatoio.

visitato 4748 volte, 3 visite oggi

Aggiungi un Commento

Inserisci una valutazione cliccando sulle stelle in basso:

Articoli correlati