Comune di Collesano

Cenni storici


Il comune della Sicilia Collesano, è un antico centro medievale di origine normanna. A Monte d’Oro, distante circa 1 km dal sito odierno, sono innumerevoli le tracce archeologiche del centro musulmano Qal’at as-sirat (Rocca della strada) che ha visto un popolamento probabilmente anche in età pre-ellenica come testimoniano alcune ceramiche rinvenute dentro alcune grotte. Dopo che l’antica Rocca sul monte venne distrutta, Collesano fu ricostruita dagli stessi normanni nel territorio che occupa tutt’ora e in più venne ingrandita per opera di Adelicia, nipote di re Ruggero, che allargò i confini attorno al castello del quale permangono avanzi nelle mura perimetrali. In seguito la vastissima contea di Collesano divenne dominio feudale di alcuni dei principali casati siciliani passando dai Cicala ai Ventimiglia, ai Cardona e ai Moncada, per ricordare solo i più rilevanti. Il XVII secolo fu un periodo assai vivace in quanto il sito ospitava ben quattro ordini regolari (cappuccini, conventuali riformati e domenicani oltre ai benedettini dell’Abbazia di Pedale e di Burgitabus), era sede della vivace accademia letteraria e teatrale degli Offuscati ed esportava manufatti in ceramica in gran parte della Sicilia. Collesano, infatti, dal punto di vista artistico ne conserva numerose testimonianze che lo rendono uno dei più interessanti centri del palermitano.

Attrattiva principale


Le attrattive principali di Collesano sono la visita presso l’azienda lattiero casearia di produzione biologica, con dimostrazione dell’attività produttiva e di degustazione; la visita presso l’azienda di ceramica artistica, con dimostrazione dell’attività produttiva e possibilità acquisto prodotti. Queste aziende sono molto visitate dai turisti durante le loro vacanze in Sicilia.

Da visitare


Museo Targa Florio

Questo Museo vanta un’ampia raccolta di foto e documentari inediti e possiede oggetti e cimeli relativi alla corsa automobilistica su strada più complessa e emozionante di tutti i tempi, la mitica “Targa Florio”.

Chiesa di Santa Maria la Vecchia

Risale al 1140 e fu dedicata alla Madonna dell’Assunta. Nel tempo, la struttura è stata modificata e oggi presenta un impianto a tre navate; il presbiterio è decorato con stucchi e affreschi del 600 ad opera di Lo Varchi, raffiguranti l’Assunta.

Tipicità


A livello gastronomico i prodotti tipici sono i formaggi come la provola delle Madonie, dolci, miele e olio. I prodotti sono di grande richiamo per una utenza di turisti che vuole riscoprire la genuinità e piatti tradizionali. Sono molteplici le aziende presenti nel territorio che offrono la possibilità di assistere alla lavorazione fino al prodotto finito.  Altra tipicità è la lavorazione della ceramica, un tratto identificativo dell’artigianato locale. La ceramica collesanese si caratterizza principalmente per l’utilizzo dell’argilla ricavata dalle cave locali e per la modalità di cottura. I colori tipici della ceramica sono il giallo , il verde e il bruno, colori che ancora oggi vengono adoperati. Le aziende che ad oggi producono manufatti e maioliche di grande prestigio sono quattro. L’artigianato locale abbraccia anche l’arte del ferro battuto, della lavorazione del legno, e delle Tarsìe in legno. Tra i prodotti artigianali troviamo anche il ricamo e l’uncinetto.

Appuntamenti


FEBBRAIO-MARZO

Carnevale

E’ ancora fortemente vissuto a Collesano. Diversi sono i locali aperti appositamente per ospitare le feste danzanti, proprio come da tradizione. Gruppi di persone, amici o familiari, allestiscono delle sale a tema che sono aperte a tutti i visitatori. All’interno delle già citate sale da ballo, oltre a ballare per tutta la notte, gli organizzatori offrono, gratuitamente, bevande e dolci tipici di carnevale come le “chiacchiere” e molto altro. Inoltre tantissima gente arriva da tutte le parti per partecipare al concorso in maschera “Peppi nnappa”.

MARZO-APRILE

Settimana Santa

Inizia con la Domenica delle Palme e con l’allestimento, per il Giovedì Santo, dei “sepolcri” nelle chiese del paese. Particolare è quello che viene allestito nella chiesa di Santa Maria La Vecchia dove ogni anno si rappresenta una scena del Vangelo con figure di cartapesta. Il momento più importante della Settimana Santa rimane il venerdì con la “Cerca” al mattino e la processione dell’Urna col Cristo Morto, la sera. La “Cerca”, denominazione locale della Via Crucis, è una processione col Cristo carico della Croce circondato da soldati e da angeli e preceduto da numerosi componenti della Confraternita del SS Crocifisso. È molto antica e suggestiva. Alla processione invece vi partecipano tutte le confraternite con il proprio stendardo rappresentativo.

MAGGIO

Festa Maria SS dei Miracoli

E’ la Patrona di Collesano, viene festeggiata dal 25 al 27 maggio con diverse manifestazioni. L’imponente quadro dell’Annunciazione viene portato in processione per le strade del paese il 26 pomeriggio dai fedeli.

LUGLIO

Festeggiamenti per San Vincenzo Ferreri

Viene festeggiato l’ultima domenica di luglio e coincide con l’inizio delle manifestazioni estive programmate dal Comune.

SETTEMBRE

Festa del Santissimo Crocifisso

Il Santissimo Crocifisso è festeggiato il 13 e il 14 settembre con la processione del Crocifisso e le gare canore di dilettanti nelle ore serali.

Vedi le Pro Loco di Palermo

visitato 432 volte, 1 visite oggi

Aggiungi un Commento

Inserisci una valutazione cliccando sulle stelle in basso:

Articoli correlati